Torna “Una Boccata d’Arte”: per il Lazio c’è Bassiano

34

Torna “Una Boccata d’Arte”, dal 22 giugno al 29 settembre. Il progetto d’arte contemporanea, promosso da Fondazione Elpis e giunto alla quinta edizione, è un invito alla scoperta di luoghi inaspettati, lontani dai circuiti tradizionali dell’arte contemporanea, attraverso un dialogo inedito con il territorio. Il progetto è stato ideato nel 2020 da Marina Nissim, presidente di Fondazione Elpis, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio storico e paesaggistico di piccoli centri, attraverso la condivisione di pratiche e linguaggi dell’arte contemporanea. Diffuso in tutta la penisola, coinvolge ogni anno 20 borghi e paesi di tutta Italia, uno per ogni regione, che accolgono 20 interventi di 20 artiste e artisti italiani e internazionali, di formazione e pratiche differenti, realizzati durante un periodo di residenza a contatto con il luogo e le comunità locali, in relazione con la loro storia e tradizioni. Quest’anno le inaugurazioni si terranno sabato 22 e domenica 23 giugno in tutti i paesi. Un itinerario culturale che si snoda in tutta la penisola tra mostre diffuse, installazioni site specific, performance e progetti realizzati con media differenti dagli artisti coinvolti. Per quanto riguarda il Lazio, tra i borghi selezionati per la quinta edizione di “Una Boccata d’Arte” c’è Bassiano (LT). “Una Boccata d’Arte” è un progetto realizzato in collaborazione con Maurizio Rigillo, Galleria Continua e con la partecipazione di Threes che ogni anno cura tre interventi incentrati sulla sperimentazione sonora, quest’anno in Abruzzo, Lazio e Molise. Il 2024 è un anno importante in quanto segna il raggiungimento di 100 progetti realizzati, 100 artiste e artisti e 100 borghi coinvolti nel corso di cinque edizioni insieme a partner tecnici, associazioni locali e persone che a vario titolo hanno reso possibile la realizzazione degli interventi. Grazie alle acquisizioni delle amministrazioni e alle donazioni degli artisti, ad oggi oltre un terzo dei borghi coinvolti ha scelto di accogliere in modo permanente le opere realizzate nell’ambito delle quattro edizioni trascorse. Al momento più di trenta interventi diffusi sul territorio, numero destinato a crescere, costituiscono un vero e proprio itinerario visitabile tutto l’anno, che corre parallelo all’edizione. Tutte le opere permanenti di “Una Boccata d’Arte” sono raccolte nella nuova sezione dedicata del sito www.unaboccatadarte.it, una mappa interattiva completa di approfondimenti.