Servizio diserbo, ecco le linee guida per l’affidamento ad Ama

47

Le operazioni di rimozione delle erbe infestanti lungo le strade di Roma torneranno in gestione all’Ama. La Giunta capitolina ha infatti deliberato le linee guida per l’affidamento in house del servizio strumentale di diserbo stradale alla municipalizzata e per la redazione del conseguente Contratto di Servizio dedicato. Il provvedimento verrà poi sottoposto al voto dell’Assemblea capitolina come da regolamento. Per far fronte alle difficoltà nell’espletamento delle attività di diserbo provocate dall’inefficiente sistema ereditato dalla precedente Amministrazione, proprio ad Ama era già stato riaffidato in via temporanea il servizio nell’agosto scorso. Il nuovo contratto di servizio disciplinerà l’estirpazione e l’asporto delle erbe infestanti negli spazi pubblici, lungo le strade, le piazze, i marciapiedi, i passaggi pedonali e le piste ciclabili della città, con la relativa pulizia delle aree oggetto degli interventi. Il contratto di servizio triennale, secondo le linee guida, individuerà anche standard di qualità e di quantità minimi nell’erogazione del servizio e conseguenti attività di vigilanza e monitoraggio. L’affidamento in house permetterà di rendere più efficienti gli interventi poiché Ama, occupandosi già di pulizia e igiene urbana, integrerà il diserbo nelle proprie attività. Inoltre, a garanzia dei requisiti di economicità richiesti dalla legge, Ama svolgerà il servizio senza ricadere sulla TARI e con un prezzo ribassato rispetto al tabellare regionale per non condizionare il servizio principale che svolge per Roma Capitale.

“Dopo quattro anni, le operazioni di diserbo lungo strade, marciapiedi e piste ciclabili torneranno stabilmente ad essere seguite da Ama – ha spiegato il Sindaco Roberto Gualtieri – in modo da centralizzare il servizio e renderlo più efficiente. Il sistema introdotto nel 2020 – ha proseguito il primo cittadino – non funzionava, disperdendo tempo e risorse in 16 lotti diversi. Adesso torneremo rapidamente a coordinare un servizio in house che, già nei mesi scorsi, ha dimostrato una maggiore efficienza grazie ad un affidamento provvisorio alla stessa Ama. La gestione del decoro cittadino – ha concluso Gualtieri – passa attraverso molti aspetti diversi e noi stiamo intervenendo a tutto campo: dal ritorno delle potature degli alberi, al rifacimento di centinaia di chilometri di strade, ad un sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti che sta migliorando, fino all’eliminazione delle erbacce lungo strada”. Secondo l’Assessora all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti, Sabrina Alfonsi “mettiamo fine ad un sistema parcellizzato che aveva provocato inefficienze, ritardi burocratici e crollo degli standard qualitativi. Queste linee guida aprono il percorso per riaffidare l’intero servizio ad Ama, a cui ci siamo già rivolti attraverso una apposita convenzione nei mesi scorsi, proprio per uscire dalla fase più critica di un lavoro che è tra quelli strategici nell’ambito della tutela del decoro urbano”.