RomaDiffusa, il 16 e 17 dicembre l’edizione di Natale 2023

35

Torna l’edizione natalizia del progetto che accende i riflettori sulla capitale contemporanea e creativa. Dopo il grande successo dell’edizione di settembre, con 60 mila partecipanti e oltre 100 location coinvolte, ROMADIFFUSA, il format ideato da Sara D’Agati e Maddalena Salerno che mira a modificare la narrazione della Capitale attivando il territorio e i cittadini attraverso processi creativi, torna il 16 e 17 dicembre con una proposta innovativa per il Natale. “ROMA CITTÀ ETERNA ODIERNA” è il claim del progetto, che nasce con lo scopo di modificare la percezione di Roma come città ancorata soltanto ad un passato grandioso, che fatica a fare rete e a rinnovarsi, accendendo periodicamente i riflettori su un diverso quartiere, aprendo al pubblico botteghe artigiane, cortili nascosti, officine, gallerie d’arte e studi privati, e portando contenuti inediti e site-specific in location storiche. “Christmas do it yourself” è il tema dell’edizione natalizia, che stavolta guarda alla città intera, un invito a vivere l’atto del “regalo” natalizio e il momento che lo precede, in maniera diversa, valorizzando l’artigianalità, la sostenibilità le reti e ciò che ciascuno di noi ha di più importante: il tempo.

L’iniziativa, in tandem con Roma Capitale, prevede oltre 50 workshop creativi e laboratori, diffusi in tutta la città -dalla ceramica, all’uncinetto, al floral design, all’illustrazione, all’acquerello, alla pelletteria e molto altro- in location storiche e contemporanee che, in poche ore, vi guideranno nella creazione dei vostri doni di Natale. Attraverso un sistema di prenotazione digitale centralizzato, sarà possibile scegliere il workshop che più vi interessa e prenotarvi con un semplice click e ve ne andrete dal workshop con in mano qualcosa da regalare. “L’obiettivo è valorizzare i processi di creazione degli oggetti e rendere i cittadini protagonisti della loro realizzazione. Allo stesso tempo, è un’occasione per sensibilizzare sull’importanza dei processi artigianali, premiando sistemi produttivi sostenibili e inclusivi e sostenere le piccole realtà creative locali.” Spiegano Maddalena Salerno e Sara D’Agati, ideatrici del Festival.  ” Con questa iniziativa, vogliamo ‘umanizzare’ l’esperienza degli acquisti pre-natalizi, mettendo al centro realtà locali e sostenibili -avanguardie dell’artigianato e del design – e rendendo visibili, attraverso i workshop con gli artigiani, i processi di creazione degli oggetti.”

Pieno, per questa edizione, il coinvolgimento Roma Capitale che supporta e sostiene attivamente il format, condividendone i valori della costruzione di una nuova narrazione della città, che veda come protagonisti i cittadini e il territorio in dialogo con le istituzioni e la capillarità del progetto che coinvolge i diversi municipi della città e pubblici eterogenei e trasversali, attraverso contenuti e strumenti innovativi. L’edizione di Natale sarà infatti occasione per presentare i nuovi strumenti lanciati da Roma Capitale per informare e comunicare in tempo reale con i cittadini, attraverso messaggi targettizzati e geolocalizzati, dal canale Whatsapp (primo e unico comune italiano al quale Meta ha offerto la nuova funzionalità) al sistema integrato INFORoMA, comprensivo di newsletter, web tv, e news radio. Maggiore connessione tra la città e i suoi abitanti e sostegno all’artigianalità e alle realtà autentiche e creative sul territorio, la mission che il Roma Capitale e Romadiffusa portano avanti in occasione dell’edizione natalizia. Le feste ed i regali torneranno così ad assumere il loro significato originario: non più momenti frenetici per l’acquisto di oggetti anonimi per vie affollate, ma un’occasione per stare insieme, sostenere l’artigianato e i brand locali e regalare qualcosa di bello e che abbia un significato, divertendosi.

“Activation ed experience, l’innovazione della Capitale passa anche da nuovi format narrativi per la promozione e valorizzazione delle sue eccellenze artigianali.” Così Monica Lucarelli, Assessora alle Attività Produttive e Pari Opportunità: “L’arte artigiana ha influito sul tessuto urbano e sociale della Capitale nel passato ed è anche grazie a eventi di questo tipo che può trovare una nuova linfa vitale, costruendo reti e  riversandosi come un fiume nelle vie della nostra città”.Così ROMADIFFUSA, in continuità con la sua mission di trasformare la narrazione della capitale mettendo in rete le realtà creative e virtuose, rendendole visibili, e attivando il territorio e i cittadini, il weekend del 16 e 17 dicembre trasformerà la città intera in un laboratorio creativo diffuso.

HIGHLIGHTS DI PROGRAMMA

Di seguito alcuni higlights del programma, che sabato 16 e domenica 17 dicembre vedrà l’attivazione di spazi creativi e laboratori artigiani su tutta la città.

VARSI ART LAB, laboratorio d’arte di Monteverde, terrà workshop di legatoria e stampa serigrafica.

STUDIOCOSE, spazio creativo tutto al femminile a Monte Mario, presenterà una serie di laboratori dall’uncinetto, alla ceramica e all’illustrazione.

Negli spazi di STUDIO LAMPO a Furio Camillo , le case editrici indipendenti DITO Publishing e Beauroma Books, propongono un workshop per la realizzazione di fanzine con tecniche sperimentali di rilegatura.

Nella DESIGN FOOD HOUSE a Portuense, si terranno laboratori di stimolazione del gusto e dell’olfatto.

Il collettivo SPAZIO NON DISPONIBILE di Appio Latino, aprirà le sue porte per avvicinare i partecipanti al mondo della serigrafia.

STUDIO MINE a San Giovanni, terrà un workshop di storytelling e uno di fundrasing  per progetti creativi.

DYLAN TRIPP, da fashion designer per Valentino e Fendi a noto flowers designer, condurrà un workshop immersivo di floral design negli spazi di Bla Studio a Trastevere.

SPAZIOMENSA, artist run space a Salario, terrà un laboratorio performativo con l’artista Sebastiano Bottaro.

KOBO Studio, guiderà un tour fotografico a Garbatella seguito da editing e post-produzione.

NATALE A ROMA. ALTRE INIZIATIVE SUPPORTATE DA ROMA CAPITALE

Tante le iniziative per grandi e piccini previste per le festività. Dal Teatro Argentina con “Storie di Natale”, al Planetario con il Dott. Stellarium, dalla Casina di Raffaello con le decorazioni natalizie, a Piazza Navona con l’albero della Pace e l’attesa Befana, che porterà doni e dolciumi a tutti i bambini. E poi i cinque mercatini allestiti nel Municipio I Centro con casette in legno, luci calde e solo prodotti artigianali. E tanto altro ancora.