Mense, 6 milioni di investimento per servizio scolastico

119
Bambini della Scuola Marie Curie, mangiano alla mensa scolastica con il pranzo di Milano Ristorazione (Luca Matarazzo, Milano - 2015-03-26) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Si è tenuto un positivo ed importante incontro con le Organizzazioni sindacali in cui è proseguito il confronto sulle esigenze del personale, individuando alcune soluzioni e strategie di intervento, ma soprattutto si è condiviso questo rilevantissimo traguardo. Secondo il Sindaco Roberto Gualtieri “Questo è il risultato di un lavoro congiunto, che garantisce un significativo passo avanti nella qualità sia del servizio offerto che delle condizioni di lavoro degli oltre 4mila tra operatori e operatrici. Rispettiamo quello che era un impegno assunto dalla nostra Amministrazione per rafforzare un settore di importanza strategica, come abbiamo già fatto abbattendo le rette, facilitando e incrementando le iscrizioni, rafforzando il servizio di trasporto scolastico, lavorando per il futuro dei lavoratori e dei servizi scolastici integrati di Multiservizi e assumendo a tempo indeterminato 650 persone per nidi e scuole dell’infanzia”.

“Si tratta di un investimento che non vede precedenti” ha commentato l’Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro, Claudia Pratelli, che ha aggiunto: “In questo modo procediamo all’acquisto dei macchinari necessari ad ammodernare le strutture e a rendere migliori le mense delle nostre scuole. Voglio ringraziare le Organizzazioni sindacali con cui in questi mesi, attraverso il tavolo permanente istituito, abbiamo fatto un lavoro importante di analisi delle problematiche e dei bisogni, al fine di dare finalmente una svolta a inefficienze di lungo corso. Il pasto – ha proseguito l’assessora – è da considerarsi un momento fondamentale che appartiene al percorso educativo, non solo perché garantisce il tempo pieno, ma perché concorre all’educazione ad una corretta alimentazione, anche in considerazione del fatto che sono ancora molti i bambini e le bambine che consumano solo a scuola un pasto proteico” ha concluso Pratelli. Il servizio di refezione scolastica rappresenta uno degli aspetti fondamentali del sistema scuola, che a Roma significa 643 centri di cottura, tutti interni alle scuole, 154mila pasti giornalieri e 15 aziende coinvolte, per un costo di 147 milioni di euro l’anno.