Via Scozza, Maricetta Tirrito aggredita a bottigliate

64

Una volontaria è stata aggredita mentre puliva la strada dello spaccio a Tor Bella Monaca (Roma). Maricetta Tirrito, coordinatrice dell’associazione “Laboratorio Una Donna”, si trovava nel quartiere romano dopo aver aderito a un’iniziativa organizzata dai residenti e promossa da Ama (società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Roma). La donna è stata ferita con una bottiglia di birra mentre, con altri volontari, era impegnata in una pulizia straordinaria della strada generalmente dedicata allo spaccio, nei pressi dei palazzi Ater di via Scozza. Venticinque giorni di prognosi “gomito e falangi fratturati”, spiega la donna che, ospite di Myrta Merlino a “Pomeriggio Cinque”, dichiara: “Non mi arrendo”. “Stavamo semplicemente pulendo la strada con scope e palette. Abbiamo organizzato queste giornate anche per solidarietà a Don Antonio Coluccia aggredito nello stesso posto, qualche settimana fa”, racconta Maricetta Tirrito che poi spiega il perché dell’aggressione: “Evidentemente davamo fastidio a chi spaccia”. La volontaria spiega di essere stata aggredita nonostante la presenza delle forze dell’ordine sul posto. “Qui si coglie il delirio di onnipotenza di queste persone”, considera Tirrito parlando del suo aggressore che è stato arrestato immediatamente, ma anche subito rilasciato. “È ancora lì, ieri alcune signore del quartiere mi hanno mandato alcune foto per mostrarmi che l’uomo è di nuovo lì”, conclude.