MIC Card, ad oggi oltre 330mila tessere: tutte le info sulla carta culturale

91

Costa soltanto 5 euro e consente di accedere gratuitamente, per un anno, a 18 musei di Roma Capitale e 29 siti archeologici e storico-artistici. La MIC Card è un prezioso strumento per visitare una parte fondamentale del patrimonio culturale della città eterna, ammirarne i tanti capolavori e scoprirne i segreti. Destinata ai residenti o domiciliati a Roma o nella Città metropolitana e agli studenti delle Università pubbliche e private presenti nel territorio della Città metropolitana, oltre al prezzo estremamente conveniente, la MIC Card offre anche altri vantaggi: l’accesso ai musei senza file (a esclusione della prima domenica del mese e di alcune mostre temporanee), biglietti ridotti per alcuni spettacoli e lo sconto del 10% nelle caffetterie e nei bookshop dei musei (offerta non valida per cataloghi di mostra e non cumulabile con altre promozioni in corso). Nonostante la forte incidenza della pandemia (secondo i dati dell’Istat, nel 2020, gli utenti dei musei italiani sono calati del 76%), sia per le chiusure e le limitazioni nel numero dei visitatori, sia per una certa diffidenza verso i luoghi chiusi, nei primi 5 anni di attività (2018-2023) sono state vendute oltre 330mila tessere (dati aggiornati allo scorso 25 aprile). Sono i dipendenti pubblici o privati, gli studenti e i pensionati i maggiori fruitori di questa card che offre la grande opportunità di godere dei luoghi della cultura sparsi per tutta la città, ogni volta che si vuole. Tante le persone che hanno scelto anche di regalarla a un amico o a un parente, (https://miccard.roma.it/gift-card/) magari nel periodo natalizio, per condividere insieme alcune esperienze culturali in posti che tutto il mondo ci invidia (il beneficiario deve poi attivarla in una delle biglietterie dei Musei in Comune o nei Tourist Infopoint attestando il possesso dei requisiti richiesti). Uno degli obiettivi è proprio rendere questi luoghi sempre più accessibili e magari trasformarli in punti di incontro e socializzazione: la cultura anche come strumento di coesione sociale.

La tessera si può comprare sul sito ufficiale www.miccard.roma.it, nei Tourist Infopoint, tramite app MIC Card, oppure nei seguenti punti vendita dei Musei del Sistema: Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali, Museo dell’Ara Pacis, Museo di Roma, Musei di Villa Torlonia (Casino  dei Principi / Casino Nobile / Casina delle Civette / Complesso della Serra Moresca), Galleria d’Arte Moderna, Museo di Roma in Trastevere, Museo Civico di Zoologia, Planetario, Area Archeologica del Circo Massimo, Fori Imperiali-Colonna Traiana. La card va rinnovata alla scadenza, dopo un anno, direttamente nei musei, scaricando la MIC Card app per Android o Ios o dal sito www.miccard.roma.it. Questo l’elenco completo di musei e siti visitabili: https://www.museiincomuneroma.it/it/infopage/mic-card

 

Alla lunga lista si è aggiunta recentemente anche l’area Sacra di Largo Argentina, aperta il 20 giugno 2023 per la prima volta al pubblico, che ha fatto registrare un record di visitatori nel primo mese: quasi 12mila, con una media di 400 al giorno, di cui 2.800 nella sola prima domenica gratuita del mese di luglio. Un grande successo per una delle aree archeologiche più significative della capitale, finalmente restituita ai cittadini in tutta la sua magnificenza, grazie ai lavori realizzati sotto la direzione scientifica e tecnica della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.