Tre etti di hashish “al fresco” in frigorifero: donna arrestata

118

Nuovi controlli delle Forze dell’Ordine sulla rete di spaccio e traffico di stupefacenti di Roma. La Polizia di Stato è intervenuta arrestando una donna italiana di 47 anni, finita in manette con l’accusa  di spaccio a Tor Bella Monaca. All’individuazione dell’appartamento utilizzato come base di spaccio gli agenti della Polizia sono arrivati per gradi. Decisivo in tal senso è stato il pattugliamento della zona e l’osservazione di una donna già nota alle forze dell’ordine; a quel punto, incrociando i dati, è scattato il controllo.

Per accedere alla casa della donna i poliziotti hanno deciso di inscenare un controllo sulla casa popolare, fingendo di dar seguito ad una segnalazione di occupazione abusiva nello stabile. La pusher, non sospettando nulla, ha quindi risposto al citofono aprendo la porta. Una volta raggiunto l’appartamento, gli agenti hanno dichiarato a quel punto la loro appartenenza alla Polizia di Stato. La donna, ormai scoperta, ha deciso di non opporre resistenza e di farli entrare nell’appartamento. Qui i poliziotti hanno potuto confermare che tutti i sospetti erano in realtà fondati: a seguito della perquisizione sono infatti saltati fuori, riposti all’interno del frigorifero della cucina, circa 293 grammi di hashish. Come se non bastasse poi in un cassetto di un comodino in camera da letto è stata rinvenuta la somma di 1.540 euro in contanti. Alla fine degli accertamenti la donna è stata arrestata e in sede di convalida è stata sottoposta alla misura della custodia cautelare in carcere.