Tor Bella Monaca, chiuso un negozio: trovate feci di topi. Anche tre arresti

147

L’arresto di 3 persone, una denuncia e un negozio di alimentari chiuso temporaneamente per irregolarità sulle norme igienico sanitarie. E’ questo il bilancio delle attività dei Carabinieri a Tor Bella Monaca, a partire da una donna, che è stata notata mentre si aggirava con fare sospetto nella nota “piazza” di spaccio di via dell’Archeologia.

I militari hanno deciso di procedere a un controllo mirato e hanno constatato che si trovava in possesso di 27 dosi di cocaina e 110 euro in contanti, ritenuti dagli investigatori il provento di pregressa attività illecita.

Le attività di controllo da parte degli uomini dell’Arma in zona sono proseguite con l’individuazione di 2 persone, nei pressi di Largo Ferruccio Mengaroni, risultate destinatarie di ordinanze di custodia cautelare in carcere. Un 33enne straniero è stato invece denunciato in stato di libertà poiché trovato in possesso di un involucro contente hashish, dopo aver cercato di eludere il controllo dei Carabinieri.

I Carabinieri unitamente al personale dell’ASL Roma2 hanno controllato diversi negozi di vicinato. In uno in particolare, dove sono state rilevate diverse gravi carenze igienico sanitarie, riscontrando la presenza di escrementi di roditori in prossimità dei luoghi dove erano esposti e conservati prodotti alimentari in vendita al pubblico, il titolare è stato sanzionato.

Di fronte a quello stato di fatto i militari hanno anche proceduto alla sospensione temporanea della licenza, almeno fino alla completa eliminazione delle violazioni igienico sanitarie riscontrate che mettono in pericolo la salute dei consumatori.