La Città di Gabii diventa polo turistico e ambientale

80
Listen to this article

E’ stata approvata all’unanimità dall’Assemblea Capitolina la delibera per il rilancio e la riqualificazione dell’Area Archeologica dell’Antica Città di Gabii, situata sull’antica via Prenestina, tra il VI Municipio e i comuni limitrofi.

L’idea è quella di sfruttare le risorse del Pnrr in modo da renderla una risorsa artistico-archeologica paragonabile ad Ostia antica, un’attrazione turistica di portata mondiale.

Il documento è il risultato di un lavoro portato avanti da tutte le forze politiche capitoline su sollecitazione delle associazioni e dei comitati del territorio. Ha visto impegnate le commissioni turismo, cultura, ambiente e mobilità, con il coinvolgimento del Municipio e della Città Metropolitana.

Il progetto approvato segue la logica di creare continuità tra aree verdi urbane per una loro migliore fruizione da parte di cittadini e turisti. L’obiettivo è quello di creare un Parco Archeologico e di integrarlo e collegarlo anche con il nascente Parco Lineare di Roma Est, che si estende da Porta Maggiore fino all’area della Città di Gabii, per la realizzazione di un grande polo turistico e ambientale.

La delibera prevede l’istituzione di un tavolo interistituzionale tra Roma Capitale, Municipio VI, Città Metropolitana, Regione Lazio, Ministero del Turismo e Ministero della Cultura, per favorire la sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte. Saranno creati collegamenti di mobilità, sarà messa in sicurezza l’area con recinzioni e telecamere, sviluppando con la Soprintendenza Speciale Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Roma una strategia di rilancio. Sarà così organizzato un palinsesto di iniziative culturali continuative a partire dalla prossima estate.

Infine, si cercherà di risolvere la questione riguardante Valle di Castiglione.