Cavalieri della Roma, anche Bebe Vio tra i nuovi “ambasciatori”

70

Bebe Vio è stata nominata Cavaliere della Roma, e con lei altri volti celebri col cuore giallorosso. Imprenditori, giornalisti, magistrati e docenti universitari, romanisti di fede assoluta, testimoni di impegno professionale e di una sana cultura sportiva.

I designati Cavalieri della Roma 2022 hanno ricevuto la nomina, e il CEO dell’AS Roma Pietro Berardi ha consegnato a ciascuno pin, sciarpa e attestato.

Un incontro che si è svolto sul filo dell’emozione che gli undici imprenditori, giornalisti, magistrati e docenti universitari hanno condiviso tra loro e con i Cavalieri della Roma intervenuti alla cerimonia.

Associazione di tifosi voluta nel 1999 da Lino Cascioli, maestro di penna sportiva, di buon vino e di passione romanista, e da Antonio Calicchia, fede giallorossa assoluta e lunga carriera ai vertici del cuore amministrativo della città, che oggi li presiede e anima, l’8 ottobre i Cavalieri della Roma sono giunti al loro appuntamento annuale.

Come da tradizione, infatti, da 23 anni ogni anno si ripete il rito dell’investitura dei nuovi Cavalieri che, dopo lunga osservazione, il direttivo sceglie per cooptazione.

Manifesta la vicinanza dell’AS Roma all’iniziativa, alla quale hanno presieduto oltre al CEO Pietro Berardi, la Consigliera d’Amministrazione Benedetta Navarra, il direttore del Roma Department Francesco Pastorella, il responsabile della comunicazione Luca Pietrafesa. Presente anche il tifo organizzato rappresentato dall’Unione Tifosi Romanisti con il presidente Fabrizio Grassetti, memoria storica della Roma dalle origini ad oggi, e il presidente dei Cavalieri Supporters Romeo Capelli. Va da sé, tutti e due anche Cavalieri della Roma.

Questi i nuovi Cavalieri della Roma:

Bebe Vio, atleta che a tutti noi insegna di sport e di vita;

Patrizia Prestipino, docente e già Deputato;

Claudio Barbaro, presidente ASI e già Senatore;

Angelo Buscema, giudice della Corte Costituzionale;

Massimo Giannini, direttore de La Stampa;

Attilio Parisi, rettore dell’Università di Roma 4 Foro Italico;

Marco Panella, direttore di Sportmemory.it;

Ernesto Maria Ruffini, direttore Agenzia delle Entrate;

Ilir Telepena, ambasciatore della Repubblica di Albania;

Massimiliano Valeriani, assessore della Regione Lazio.