Torre Maura, incendio distrugge il giardino multisensoriale: “E’ doloso”

280

Un incendio doloso si è portato via il progetto di ortoterapia per persone disabili, nel giardino multisensoriale di via delle Rupicole di Torre Maura, è stato distrutto da un incendio doloso.

Le fiamme hanno avvolto un gazebo sabato 16 luglio e poi hanno divorato l’orto. Da un primo sopralluogo sembrerebbe che “c’è la mano dell’uomo”, spiega l’assessora capitolina alle Politiche sociali, Barbara Funari. Che aggiunge: “A maggio scorso lo avevamo inaugurato con una bella giornata di festa. Una iniziativa che ha previsto  il coinvolgimento di persone con disabilità del territorio, promossa dall’assessorato alle Politiche sociali e alla Salute di Roma capitale con la asl Roma 2 e il dipartimento di biologia dell’ Università di Tor Vergata, in collaborazione con il Municipio VI”.

Un gruppo di vandali ha dato fuoco al giardino sensoriale di Via delle Rupicole – ha scritto Nicola Franco su Facebook -. Solo grazie all intervento dei cittadini si è evitato che tutto andasse distrutto. Purtroppo per il gazebo in legno e buona parte delle piante officinali non c è stato nulla da fare. Stamattina sto cercando di mettermi in contatto con il Dipartimento affinché si possa intervenire immediatamente con telecamere e una recinzione adeguata.
A chi ha compiuto questo gesto non dico nulla. Se solo sapessero quanto ci vuole per realizzare un parco del genere in termini di investimenti e tempo forse si renderebbero conto del.vile gesto. In pochi minuti hanno distrutto sacrifici di anni”.
“È un’area molto periferica e non ci sono telecamere – continua l’assessora Funari -, adesso vorremmo valorizzare tutto il parco. Capiremo meglio nelle prossime ore se è un atto doloso o colposo. La solidarietà è arrivata a parole e a gesti. C’è chi già sta organzzando una raccolta fondi”.

Funari prosegue: “In una zona periferica, all’interno del giardino di via delle Rupicole, soggetti fragili con disabilità psichica avevano l’opportunità di acquisire sul campo le conoscenze per la gestione di un orto, sperimentandosi con opportunità formative e di tirocinio lavorativo. A chi ha lavorato tanto a quel progetto e a chi lo frequentava tutti i giorni dico che faremo una seconda festa per aprirne uno nuovo e più bello di prima. Da lunedì ci rimettiamo al lavoro!”.

Su Facebook la consigliera comunale dem, Erica Battaglia, parla di gesto infame: “Ricominceremo’ mi ha detto uno degli organizzatori – scrive -. Certo che ricominceremo. Insieme. Magari anche meglio. La gente come noi ricomincia sempre. Insieme. Magari anche meglio. Ma non è giusto. Non è giusto. Anzi, è da infami quello che è stato fatto!”.