Klimt e gli artisti della Secessione in mostra al Museo di Roma

338

Fino al prossimo 27 marzo 2022 è in esposizione nella splendida cornice del maestoso Palazzo Braschi l’artista viennese Gustav Klimt insieme ad alcuni degli artisti più significativi della secessione.

È possibile ammirare oltre 200 opere che includono dipinti, disegni, manifesti, sculture e oggetti ornamentali realizzati dagli artisti secessionisti. Fa da protagonista Gustav Klimt con alcune delle sue tele più famose come “Giuditta I”. Riguardo lui nello specifico si fa un vero e proprio percorso all’interno della sua arte e le sue evoluzioni che l’hanno portato al movimento secessionista di cui è pioniere.

Di questo movimento ci sono opere esposte nelle varie sale di artisti come Josef Hoffman e Johan Victor Krämer, tra alcuni degli italiani dello stesso filone Camillo Innocenti e Arturo Noci per citarne un paio.

La mostra è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, co-prodotta e organizzata sotto la cura di Arthemisia insieme a Zètema Progetto Culturale in collaborazione con il Belvedere Museum e in cooperazione con Klimt Foundation.