Roma in tilt per un acquazzone, è polemica Gualtieri-Raggi

279

E’ polemica per le difficoltà e i disagi creati dal primo serio acquazzone su Roma. “Ci risiamo, Roma in tilt per un acquazzone: alberi caduti a Piazza Bologna e Torre Maura, tombini otturati da foglie e rifiuti sulla Tiburtina e Tor Bella Monaca, strade allagate ovunque e blackout a Termini nel tunnel che conduce alla metro A, dove la gente ha dovuto proseguire a tentoni per raggiungere l’uscita. A Virginia Raggi piace raccontare alla città molte favole su quanto è stato fatto in questi anni. Favole su una città vivace, pulita, ordinata, veloce”. Lo scrive su Facebook il candidato sindaco della Capitale per il centrosinistra, Roberto Gualtieri.

“Come se noi cittadini non vivessimo a Roma, come se non sapessimo distinguere le favole dalla realtà. Come se non fosse sufficiente un semplice acquazzone per ridurre Roma un acquitrino – aggiunge -. Tutti ricordiamo i suoi sberleffi al sindaco Marino, quel ‘Romani gonfiate il gommone’ quando era consigliera. Bene: dopo 5 anni da sindaca la città è molto peggio di come l’ha trovata. Il problema della sua campagna elettorale è solo uno: la realtà. E non basta un tweet per cambiarla”.