Loris Scipioni: “Esclusione dalle Primarie surreale, ma ho fiducia nei Garanti”

185

Oltre 100 iscritti al PD del VI Municipio chiedono di intervenire per ammettere la candidatura

“Sono fiducioso nella commissione dei garanti, visto l’alto spessore e la qualità delle persone che lo compongono”. È con queste parole di fiducia, calma e fermezza che Loris Scipioni ha accompagnato il ricorso contro l’esclusione dalle primarie del PD per scegliere il candidato presidente del VI Municipio.

A decidere sull’esclusione di Scipioni dalla partecipazione attiva al voto saranno infatti personalità di rilievo, del calibro di Luigi Zanda, Anna Finocchiaro, Andrea Manzella e Grazia Volo. Scipioni, che ha regolarmente presentato la candidatura nei tempi e nei modi previsti, è risultato l’unico escluso in tutta Roma, apprendendolo per giunta da fonti di stampa, con il segretario romano del PD Andrea Casu che si è limitato a dichiarare che “la candidatura di Loris Scipioni non risulta ammessa in quanto non appartenente alla coalizione di centro sinistra”.

Una motivazione quantomeno pretestuosa o – come la definisce lo stesso Scipioni – “surreale, che non trova riscontro in nessuna disposizione regolamentare”. Da qui l’auspicio che “gli illustri componenti del Comitato dei Garanti pongano rimedio a questo gravissimo atto illegittimo e prepotente, che renderebbe le primarie del Municipio VI una consultazione falsata e non democratica”.

L’esclusione sulla base di una presunta estraneità di Scipioni al PD è ancora più incomprensibile vista la lunga militanza dello stesso Scipioni nelle file del partito. La mossa della dirigenza romana ha scatenato la comprensibile reazione – pacifica ma molto ferma – di oltre 100 iscritti al partito, che hanno indirizzato ai garanti una lettera aperta dove i sottoscrittori spiegano di voler “rappresentare tutto il loro sdegno e disapprovazione per l’ingiustificato trattamento riservato ad un libero cittadino che, nel rispetto delle regole dettate dalla coalizione di centrosinistra, intende confrontarsi lealmente per concorrere alla candidatura di Presidente di Municipio”.

I cittadini rimarcano poi che “Loris Scipioni è un giovane preparato e competente che opera da anni nel territorio della periferia, sia in attività politiche, sia in attività sociali e culturali, ottenendo sempre risultati ottimi. L’affermazione secondo la quale Loris Scipioni non apparterrebbe alla coalizione di centro sinistra non corrisponde al vero, dal momento che lo stesso opera da numerosi anni nell’area di centro sinistra, come può essere testimoniato dai sottoscritti cittadini iscritti al PD, per aver collaborato insieme a lui in numerose attività politiche: ed è proprio per questo motivo che i sottoscritti hanno sostenuto la candidatura di Loris Scipioni come candidato del centro sinistra nel Municipio VI”.

Gli iscritti terminano facendo osservare che “non ci sentiamo in alcun modo rappresentati dagli attuali candidati alle primarie del VI Municipio e chiediamo al Comitato dei Garanti di intervenire tempestivamente al fine di ammettere la candidatura di Loris Scipioni alle Primarie di Roma 2021 e porre così rimedio ad un grave atteggiamento anti-democratico attualmente in atto”.