Roma, via le scritte vandaliche dai monumenti

154

Continua il programma di rimozione delle scritte vandaliche su monumenti e beni culturali di Roma. I lavori di pulitura sono iniziati lo scorso 22 febbraio da Villa Sciarra dove sono stati rimossi tutti i graffiti vandalici realizzati sulle strutture interne alla villa.

Complessivamente saranno ripristinati 350 metri quadri di superficie. Gli altri interventi, realizzati con con trattamenti di rimozione basati su un sistema di idrosabbiatura a vortice rotativo a bassa pressione e granulato finissimo con acqua di rete, hanno riguardato il Parco del Colle Oppio (il 24 e il 25 febbraio), le Mura Aureliane nei pressi del Lungotevere Testaccio, il viale di Campo Boario fino alla Piramide e il tratto da Porta San Lorenzo fino a Porta Maggiore (il 3 e il 4 marzo).

Sono stati puliti anche i basamenti delle sulle testate di Ponte Milvio e il 17 marzo sono stati eliminati i graffiti da tutte le superfici in peperino, travertino, laterizio, terracotta degli arredi interni di Villa Torlonia. Il programma di manutenzione diretto da Roma Capitale e Sovrintendenza capitolina prevede poi, entro la fine del mese, gli interventi su Ponte Cestio e sulla terrazza del Pincio.