Real Radio e Sguardo al Futuro: insieme, dalla parte delle persone

20190

Un anno di radio, sempre dalla parte e al servizio di chi ascolta. È questa la filosofia di Real Radio, che dalle sue frequenze sul web offre un palinsesto da network nazionale pur rimanendo fortemente radicata nella realtà romana in cui è nata dodici mesi fa. “La radio è nata a metà gennaio del 2020 – ci racconta Marco Valotta, direttore artistico e speaker con esperienza ventennale – quando con l’imprenditore e impresario Antonio Paladino ci siamo guardati e ci siamo detti: ‘Perché non fondiamo una radio nostra?’”.

Tanta musica, grandi speaker e il pubblico protagonista
Real Radio nasce con la vocazione delle dirette in esterna, in mezzo alle persone e nel cuore degli eventi, ma “purtroppo per il Covid abbiamo dovuto rinunciare a oltre 80 serate già programmate tra marzo e agosto 2020, organizzate grazie alla professionalità di Antonio, che della radio è il direttore”. Nel palinsesto troviamo – solo per fare qualche esempio – artisti del livello di Peppe Caruso, Max Coccobello, Federico Riesi, Carmine Faraco da Colorado Café, Henry Pass, Lee Bueller live da New York. “Ognuno ha la sua ora e il suo programma – rimarca Valotta -. Per noi è importante che ogni speaker sia in diretta, perché è un elemento fondamentale per far sentire il pubblico protagonista e distinguerci dai grandi network radiofonici e dall’ascolto di app come Spotify. L’interazione con chi ci ascolta è la cosa più importante, è quella che fa la differenza”.

La partnership con Sguardo al Futuro
Per quanto riguarda la partnership con l’associazione “Sguardo al Futuro” e con il suo Banco alimentare, Valotta spiega di aver “sposato il progetto personalmente fin dal primo momento, già da quando ho parlato la prima volta con il presidente Loris Scipioni. Perché? Perché è una grande idea, perché bisogna aiutare le persone e perché la radio non è solo un mezzo per ascoltare musica ma anche per capire che – in questo mondo di disagio – c’è chi lavora per creare un mondo migliore. La musica è vita e dà emozioni, ma le persone vogliono anche sapere che c’è qualcuno lì fuori che dice “io ci sono”. E Sguardo al Futuro, con le sue iniziative, dimostra di esserci”.

Arriva anche l’etichetta discografica
Quanto all’immediato futuro, “abbiamo creato – rivela Valotta – uno spettacolo con il cabaret e la musica dal vivo, e poi a seguire il dj-set, che stiamo già offrendo per l’estate e che possiamo anche modulare in base alle esigenze di chi ci ospita”. E poi c’è la musica: “Da qui a un mese sarà pronta anche Real Records, la nostra etichetta discografica, che darà spazio a tutti  i ragazzi sconosciuti che vogliono entrare nel mondo della musica. Potranno inviare un inedito, e poi l’etichetta promuoverà i ragazzi più talentuosi. Ci interessano ragazzi bravi ma sconosciuti, non quelli che hanno una lunga serie di followers sui social da portare in dote. Per quelli ci sono già le altre etichette”.