Pedaggio si – pedaggio no: gli anni passano e i cittadini pagano – Prima parte

20237

È arrivato il momento di trovare una soluzione a una problematica che i cittadini hanno più volte e giustamente evidenziato – ha dichiarato Virginia Raggi – C’è chi percorre quella strada tutti i giorni per andare al lavoro o semplicemente per spostarsi all’interno della città. Non è possibile che per muoversi dentro Roma si debba pagare.

Per questo motivo ho chiesto un incontro alla ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. È necessario lavorare in sinergia e avviare subito un percorso per definire la questione. I romani, che quotidianamente subiscono i costi di un pedaggio che è riservato agli attraversamenti autostradali, meritano una risposta e non devono più aspettare”. Con questa affermazione la Sindaca si schiera contro il pedaggio dellA24, peccato che sembra un déjà-vu.

In realtà, Enrico Gasbarra (al tempo Presidente della Provincia), a Dicembre 2004 dichiarava –“sulle complanari, non ci sarà pedaggio, i pendolari così oltre ad avere una viabilità più scorrevole non dovranno più pagare il pedaggio autostradale” . Nel frattempo, tra la prima affermazione del Presidente della Provincia e l’attuale dichiarazione della Sindaca sono trascorsi 16 anni e i cittadini di questo quadrante seguitano a pagare il tributo.

Si chiedono, per quale ragione le raccolte firme, i dibattiti, le commissioni, le manifestazioni non hanno fermato la corresponsione di questo balzello? Quale è il motivo, che non ha permesso di attuare il Protocollo d’intesa del 2004 tra Ministero dei Trasporti /Regione/Provincia e non contemplava il pagamento delle complanari alla loro apertura?

Perché, nonostante l’impegno economico (170 milioni di euro) dei vari Enti: Ministero infrastrutture, Regione, Provincia e Comune di gran lunga superiore del finanziamento erogato dall’autostrada dei Parchi (peraltro già ripagato dai residenti e pendolari con la tariffazione), ci sono comunque stati aumenti del pedaggio? Siamo sicuri, che le complanari nascono per mitigare il traffico di questa periferia o nascondono una palese esigenza dell’autostrada dei Parchi congestionata dall’intenso flusso di una arteria così importante come l’autostrada A24, che congiunge il mar Adriatico al Tirreno?