I “negazionisti” in piazza a Roma: “Basta dittatura sanitaria” – Seconda parte

20252

La piazza accusata di essere di destra ha negato nonostante il supporto espresso nei confronti di Trump, Putin, il partito lì presente di Forza Nuova con tanto di applausi rivolti al leader dello stesso e alcuni saluti romani.
Coinvolto nelle polemiche Papa Francesco che più volte durante la pandemia ha ringraziato i medici, gli infermieri e tutti gli operatori sanitari. Il gesto estremo da parte dei presenti in piazza è stato quello di bruciare una sua foto.

Numerose le teorie complottiste: quelle associate al 5G, la pandemia come montatura, il Covid “dovuto alla troppa sessualità e creato dalla confusione sessuale”, “le bare di Bergamo sono quelle di Lampedusa” e il cambio del DNA tramite i vaccini i quali allo stesso tempo causano problemi ai bambini.

Nel corso di uno degli interventi previsti, un manifestante ha avuto un malore -probabilmente dovuto al torrido caldo del primo pomeriggio- ed è stato subito richiesto dai microfoni del palco l’aiuto di un medico. Categoria attaccata insieme a quella dei giornalisti che farebbero parte del “deep state”.

Attualmente le immagini raccolte dell’evento sono sotto indagine dalla Questura che potrebbe contestare il mancato rispetto delle misure anti Covid e sanzionare i partecipanti.