Fine settimana sismico ai Castelli Romani

20222

Weekend da spavento ai castelli romani: la terra è tornata a tremare a Roma per due giorni consecutivi. Dopo il terremoto di maggio che svegliò Roma con una scossa magnitudo di 3.3 con epicentro a Fonte Nuova nel quadrante nord-est, il suolo ha oscillato nuovamente nella capitale ma questa volta a sud della città.

Avvertito il primo evento sismico di magnitudo 3.0 nel primo pomeriggio di venerdì 28 agosto verso le ore 14. I 10 secondi di tremore sono stati avvertiti particolarmente nelle aree di Lariano, Rocca Priora e Velletri, ma pare abbia raggiunto anche il resto di Roma nei piani alti della metropoli.

La terra ha continuato a tremare nella stessa area -precisamente a Lariano- anche sabato 29 a meno di 24 ore dal terremoto precedente: questa volta la scossa rilevata è stata di ML 2.3.

Registrate entrambe dalla Sala sismica INGV di Roma, sono state rilevate ad una profondità di 10 km e fortunatamente non sono stati riportati danni né richieste di soccorso da quanto comunicato dai Vigili del Fuoco.