Tutti i benefici per mantenerci in salute in tarda età – Prima parte

20051

Tutti noi siamo destinati ad invecchiare e studi scientifici dimostrano che fare attività fisica è molto importante per restare in buona salute e chi non la pratica con il passare del tempo peggiora il proprio stato di salute. E’ importante una leggera attività fisica prestando attenzione a non farsi male. Ricordiamoci che il movimento è vita.

Questo che noi stiamo affermando è certificato da uno studio dell’American College of Sports Medicine condotto su di un gruppo di anziani. I ricercatori hanno notato che con almeno 1 ora e mezza di esercizio aerobico alla settimana si riescono a prevenire ben 40 malattie croniche . La prevenzione aumenta se si predilige l’allenamento in sala pesi, visto che un lavoro muscolare su parti specifiche del corpo aumenta la mineralizzazione delle ossa, prevenendo cosi problemi alle ossa e a tutto l’apparato muscolo scheletrico e cardiocircolatorio.

E’ importante camminare, pedalare, insomma muoversi cosi facendo molti hanno iniziato anche a ridurre i farmaci utilizzati visto che l’attività fisica è già una medicina, e un sinonimo di salute e benessere.

Chi pratica un’attività fisica durante la terza età gode di uno stato di salute migliore soprattutto in diversi benefici fisiologici tra cui:
1. Minore accumulo di grasso totale e addominale e maggior volume di massa muscolare;
2. Muscolatura più resistente all’affaticamento;
3. Miglioramento del sistema cardiovascolare e metabolico;
4. Ridotto rischio coronarico (abbassamento della pressione sanguigna, dei trigliceridi, LDL e colesterolo totale più bassi; HDL (colesterolo “buono”) più alto e un ridotto girovita;
5. Rallentamento dello sviluppo di disabilità in vecchiaia;
6. Migliore coordinazione motoria;
7. Rinforzo delle ossa.