Coronavirus, come difenderci senza creare allarmismi? – Terza parte

20224

“Quindi è sbagliato mangiare latte e i suoi derivati per assimilare il calcio”.

Il carbonato di calcio quando non viene assorbito e il  il 90%, viene a depositarsi nei tessuti creando altri danni , oltre a scatenare l’osteoporosi.

E’ opportuno adottare dei comportamenti e delle abitudini che ci rendono facile l’assorbimento di calcio alcune sono facili per tutti: come vivere all’aria aperta e fare movimento fisico, queste sono due condizioni fondamentali per cui l’essere umano “è programmato” mentre noi facciamo l’esatto contrario.

Ai nostri tempi è del tutto naturale avere un apporto di vitamina D  esponendosi più possibile alla luce solare ma anche adottare una corretta alimentazione, inoltre è importante utilizzare cibi da derivazione  animale come l’olio di fegato di merluzzo ( che in tempi antichi si dava ai bambini per combattere il rachitismo), oppure alcuni pesci selvaggi come il salmone ( non trattati o di allevamento), anche le uova e  alcuni vegetali come i funghi (ma qui sono molto più scarsi di calcio, dove  troviamo la vit D2), quindi in questi casi va preso un’integratore.

Ma dal cibo non si assorbe molto calcio, la maggior quantità di calcio va preso dall’esposizione dei raggi solari ma c’è da dire che  se viviamo lontani dall’equatore l’inclinazione dei raggi solari e diversa e ci si allontana dai raggi uvb che sono quelli che attraverso la nostra pelle e producono la formazione di vitamina D. Anche gli Esquimesi che hanno la luce solo per sei mesi, devono compensare mangiando pesci con molto grasso per avere uno approvvigionamento di vit D. Anche l’orario é importante per favorire questo assorbimento ed è tra le ore 12:00 e le ore 15:00.

E’ importante anche l’età, i giovani assorbono molto di più e trasformano il calcio in vit D  più facilmente di una persona anziana. Anche le persone in sovrappeso e gli obesi hanno bisogno di una quantità maggiore di vit D perché essendo liposolubile si concentra principalmente nel tessuto adiposo dal quale viene poi rilasciata in piccole quantità in continuazione. Anche le persone di colore hanno un assorbimento minore di vit D perché la melanina che copre la pelle fa da scudo per l’assorbimento, come ad esempio i musulmani essendo estremamente coperti hanno seri problemi, specialmente le donne.