COMITATO DI QUARTIERE DI CASTEL VERDE: E PRESIDENTE E’ CASACCIA

20404

Nel mese di Novembre a seguito di fine mandato il Comitato di Quartiere di Castelverde, ha deciso di non eleggere il Presidente ma di nominare solo i responsabili delle commissioni, per sperimentare un periodo da inter pares e successivamente valutaretra i consiglieri del cdq chi identificava maggiormente la figura del Presidente. Ora è stato eletto il nuovoPresidente Simone Casaccia classe 1986, What’s up media l’ha raggiunto per conoscere gli obiettivi prefissati. “Presidente Casaccia, è rimasto sorpreso che i consiglieri l’abbiamo eletto come Presidente del cdq nonostante la sua giovane età”? “In realtà è stata proprio l’età una delle caratteristiche che hanno portato alla mia elezione sebbene già facevo parte del precedente Comitato di Quartiere quindi più che essere sorpreso della decisone dei miei consiglieri ho percepito immediatamente, la responsabilità e l’impegno che richiede la figura del Presidente”. “Quali sono gli obiettivi che intende perseguire durante il suo mandato Presidente Casaccia”? “Sicuramente sarà dato spazio a chiunque ha voglia di mettersi in gioco e intende lavorare per il bene della comunità, tuttavia proseguirò nelle attività di lavoro già iniziate dal precedente CDQ, in realtà per dare continuità al gran lavoro svolto dal precedente Presidente Frangella l’ho indicata come figura di Vice. Cinque sono le priorità a cui miriamo: l’ampliamento delle medie a Castelverde oramai improrogabile, il Centro anziani da realizzare con i fondi stanziati per le compensazioni Tav, la caserma dei carabinieri struttura impellente considerata l’estensione del territorio privo di forze dell’ordine, la parallela a via Massa San Giuliano congestionata ormai in tutte le ore del giorno per le oltre 90 vie che vi confluiscono e la fase finale della bonifica della Discarica di Castelverde”. “Non ritiene Presidente che i suoi obiettivi sono eccessivamente ambiziosi”?
“In realtà ho accettato l’incarico motivatodalle sfide e quindi non li ritengo obiettivi ambiziosi ma strutture inscindibili e utili a migliorare la qualità della vita di questo quartiere….che a breve avrà anche un restyling della piazza….e che potrà quindi ospitare eventi culturali al quale stiamo lavorando.”