Torna “la Mela di AISM”: dal 4 al 7 ottobre in 5.000 piazze italiane, una donazione per la ricerca sulla Sclerosi Multipla

20350

Da giovedì 4 a domenica 7 ottobre ritorna in 5 mila piazze italiane, in circa 100 piazze tra Roma e provincia, “la Mela di AISM” per la lotta alla Sclerosi Multipla. 13 mila volontari di AISM distribuiranno oltre 4 milioni di mele a fronte di una donazione minima di 9 euro, con cui si potrà portare a casa un sacchetto da 1,8 kg di gustose mele rosse, verdi e gialle.

La sclerosi multipla è una grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante e si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona.

In Italia, ogni anno 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Delle 118 mila persone con SM, il 10% sono bambini e il 50% sono giovani sotto i 40 anni. E’ la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali.

La cura definitiva, quella che farà scomparire completamente la sclerosi multipla, non c’è, arriverà solo quando si saranno capiti tutti i fattori che la scatenano. Per questo è importante sostenere la ricerca.

“Facciamo Sparire La Sclerosi Multipla, insieme, con La Mela Di Aism” è il nuovo claim della campagna, che cade all’interno delle celebrazioni del 50° anniversario di AISM.

“Questo evento nelle piazze è una occasione per fare qualcosa di concreto e dare ai giovani, i più colpiti da Sclerosi Multipla, una miglior qualità di vita e un futuro senza Sclerosi, in famiglia, tra gli amici e, fondamentale, nel mondo del lavoro”, dichiara Angela Martino Presidente Nazionale di AISM.

I fondi raccolti andranno a sostenere importanti progetti di ricerca sulla sclerosi multipla progressiva, la forma più grave di SM, ad oggi ancora orfana di terapie efficaci.

La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi importanti. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma molto c’è ancora da fare come comprendere gli aspetti nascosti di questo disturbo, cercare nuove terapie, chiarire quali sono e come agiscono gli aspetti genetici, i fattori ambientali, quali molecole del nostro corpo sono coinvolte nei processi infiammatori della SM.

Il testimonial dell’evento “La Mela di AISM” sarà lo Chef Alessandro Borghese.

L’AISM, insieme alla sua Fondazione (FISM)  è l’unica organizzazione nel nostro Paese che da circa 50 anni interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla, indirizzando, sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica, contribuendo ad accrescere la conoscenza della sclerosi multipla e dei bisogni delle persone con SM promuovendo servizi e trattamenti necessari per assicurare una migliore qualità di vita e affermando i loro diritti.