“Rugantino” torna a casa al Sistina

32

“Rugantino”, commedia musicale di Garinei e Giovannini scritta con Pasquale Festa Campanile e Massimo Franciosa ha una storia importante alle spalle e porta con sé una lunga tradizione di nomi di attori romani che hanno interpretato questo ruolo. La prima edizione risale al 1962 e venne rappresentata al Teatro Sistina di Roma. Ad interpretare Rugantino era Nino Manfredi, Aldo Fabrizi invece era Mastro Titta. Lea Massari era Rosetta e Bice Valori Eusebia. Lando Fiorini era il Serenante. La seconda edizione è del 1978, a vestire i panni di Rugantino era Enrico Montesano, Rosetta era Alida Chelli. Confermati nel loro ruolo Aldo Fabrizi e Bice Valori. Nella terza edizione del 1998 il ruolo di Rugantino è affidato a Valerio Mastandrea; Mastro Titta è Maurizio Mattioli. A vestire i panni di Rosetta c’è Sabrina Ferilli e Simona Marchini quelli di Eusebia. Il Rugantino della quarta edizione del 2001 è interpretato da Michele La Ginestra così come nella quinta edizione del 2004. Nei due ruoli femminili principali ci sono Fiorella Ceccacci Rubino che interpreta Rosetta e Edy Angelillo, Eusebia. La sesta edizione del 2010 è con la regia di Enrico Brignano che interpreta anche Rugantino. Nella settima edizione, del 2013, si torna alla regia originale di Garinei e Giovannini, messa in scena sempre da Enrico Brignano che è ancora Rugantino. Con l’ottava edizione del 2018, Rugantino ha il volto e la voce di Enrico Montesano e Serena Autieri interpreta Rosetta. Mentre Eusebia ha il volto di Edy Angelillo.

La nona edizione è del 2020, ma a causa della pandemia non è andata in scena. È stata quindi prevista una rappresentazione dal 2022. Veniamo quindi ai giorni nostri, questa pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina rivive ancora una volta ed ha la supervisione di Massimo Romeo Piparo. Lo spettacolo viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le musiche del Maestro Armando Trovajoli, scene e costumi originali firmati da Giulio Coltellacci. È un ritorno alle origini e l’occasione per chi non lo avesse mai visto di riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco torna Serena Autieri, ancora una volta sarà lei a interpretare il ruolo di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino. Al suo fianco c’è Michele La Ginestra, che torna a vestire i panni del celebre personaggio indossati per la prima volta oltre 20 anni fa. Un altro ritorno è quello di Edy Angelillo nel ruolo di Eusebia, mentre Massimo Wertmuller è Mastro Titta. “Rugantino” sarà in scena dal 3 maggio. La collaborazione artistica è di Luigi Magni, direzione artistica, coordinamento musicale, allestimento tecnico-scenografico e rifacimento costumi a cura del Team creativo del Teatro Sistina. I prezzi vanno da 30,00 a 57,00 euro.