Dipendenza da droghe, il Comune aderisce alla rete delle città italiane “Elide”

44

La Giunta Capitolina, su proposta dell’assessora alle Politiche Sociali e alla Salute Barbara Funari, ha approvato la delibera di adesione di Roma Capitale alla rete delle città italiane per una politica innovativa sulle droghe, denominata “Elide”. “Si tratta – sostiene l’assessore Barbara Funari – di mettere in condivisione, tra tutte le città italiane aderenti, esperienze e best practice nella gestione del fenomeno di dipendenza, anche per promuovere azioni informative e di sensibilizzazione della popolazione. È prevista, ad esempio, l’istituzione di un Tavolo Tecnico permanente sulle Dipendenze con molteplici obiettivi, tra cui l’avvio di un processo costante di monitoraggio e ricerca. Il fenomeno della dipendenza da sostanze psicotrope – spiega Funari – è radicalmente cambiato. Non esiste più l’assunzione di una sola droga, ma la maggior parte delle persone dipendenti sono poliassuntori. Sono inoltre cambiate le sostanze stesse, per lo più chimiche. Si è abbassata anche l’età di chi diventa dipendente e tra i più giovani si sta affermando il fenomeno dei cocktail composti da farmaci da banco. Abbiamo aperto l’ufficio Dipartimentale per le dipendenze – continua Funari – che avrà il compito di ridefinire i servizi di prevenzione sulle dipendenze da sostanze psicotrope a e che affronterà anche il tema della dipendenza da ludopatia.  Insieme ad esperti e al mondo del terzo settore, puntiamo a riorganizzare i servizi di Roma Capitale, anche quelli relativi all’accoglienza di bassa soglia. L’adesione alla rete Elide – conclude Funari – rende questa Amministrazione più forte, e non più sola, nel rideterminare un fenomeno preoccupante e radicalmente cambiato, che necessita di risposte innovative”.