Un Giglio per la Pace, in Campidoglio la seconda edizione

67

Si è svolta in Campidoglio la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio giornalistico “Un Giglio per la Pace e la Libertà di Stampa”, presso l’Aula Giulio Cesare in Campidoglio. L’evento organizzato dall’Università eCampus, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, in collaborazione con Roma Capitale, è stato condotto da Eleonora Daniele, e sono intervenuti Enzo Siviero (Magnifico Rettore dell’Università eCampus), Valeria Baglio (Delegata del Sindaco e Consigliera Roma Capitale) e Guido D’Ubaldo (Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio), che hanno insignito i vari vincitori. Hanno preso parte alla cerimonia di premiazione anche il Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni e Riccardo Pacifici, già presidente della Comunità Ebraica di Roma.

“La realizzazione di questo premio è opera di molti. Una stampa libera è essenziale per la pace, la giustizia e i diritti umani di tutti, per questo promuovere una stampa libera e proteggere i giornalisti significa lottare per il nostro diritto alla verità”, ha affermato Enzo Siviero. “È stato un onore ospitare in Campidoglio, per il secondo anno consecutivo, il Premio “Un Giglio per la Pace”, un’iniziativa che vuole mettere al centro delle politiche e delle iniziative collettive i valori fondanti della Pace e della Libertà di stampa. Oggi più che mai abbiamo bisogno di un giornalismo libero, indipendente e basato sui fatti, solo così potremo realmente difendere la democrazia, soprattutto grazie a quei giornalisti che attraverso l’etica professionale ispirata alla libertà si distinguono nel panorama dell’informazione di servizio”, ha dichiarato Valeria Baglio, delegata del Sindaco Gualtieri.

“Questo premio vuole riconoscere l’eccellenza di tanti giornalisti che fanno il loro lavoro con grande professionalità. Promuovendo la pace e la libertà di stampa dobbiamo guardare all’informazione come sorgente di democrazia per illuminare le zone d’ombra per contrastare il malaffare” ha sottolineato Guido D’Ubaldo. Durante la cerimonia sono stati premiati Jacopo Volpi (direttore Rai Sport), Massimo Martinelli (direttore de Il Messaggero), Fabrizio Roncone (inviato speciale de Il Corriere della Sera), Rita Lofano (direttore AGI-Agenzia Giornalistica Italia), Stefano Ziantoni (direttore Rai Vaticano), Gianni Riotta (editorialista a La Repubblica), Lirio Abbate (caporedattore de La Repubblica), Lucia Goracci (inviata Rai TG3), Davide Desario (direttore di Leggo), Alessandra Carli (vicedirettrice Rai TG3), Cecilia Sala (inviate de Il Foglio), Andrea Pancani (vicedirettore TG la7), Virginia Lozito (conduttrice Rai TG1). Riconoscimenti speciali sono stati invece consegnati a Rino Tommasi (già direttore dei servizi sportivi di Canale 5 e Tele+2), Stefania Battistini (inviata Rai TG1), Consolata Golfo detta Lella (giornalista, fondatrice e attuale presidente della Fondazione Marisa Bellisario), Ariela Piattelli (direttore di Shalom).