Via Francigena, Lazio capofila del progetto di promozione: investiti oltre 1,6 milioni di euro

30

Entra nel vivo il rilancio strutturale della via Francigena, in vista del Giubileo 2025, grazie a un importante finanziamento da parte del Ministero del Turismo alla Regione Lazio. È stato infatti siglato a Milano in occasione della manifestazione “Fa’ la cosa giusta!” alla presenza del ministro Daniela Santanchè e dell’assessore regionale al Turismo e Ambiente Elena Palazzo, l’accordo operativo con il Ministero del Turismo per l’attuazione del Piano di comunicazione nell’ambito dell’intervento denominato “Via Francigena – Azioni trasversali”. Previsto lo stanziamento della somma di un milione e 690mila euro per avviare tutti gli interventi necessari alla promozione di questo importante cammino che vedrà la Regione Lazio nel ruolo di capofila. «Parte un progetto che verrà condiviso con le altre 8 regioni (Campania, Valle D’Aosta, Emilia-Romagna, Toscana, Puglia, Piemonte, Lombardia, Liguria) attraversate dallo storico percorso che ci porterà a un rilancio vero della via Francigena, su cui intendiamo puntare in particolare in vista del Giubileo 2025. Il finanziamento del Ministero ci consentirà, nel ruolo di capofila, di fare rete con le altre regioni per far conoscere la bellezza dei nostri cammini». Lo ha dichiarato l’assessore al Turismo, all’Ambiente, allo Sport, ai Cambiamenti climatici, alla Transizione energetica e allo Sostenibilità della Regione Lazio, Elena Palazzo.

Sta già partendo il lavoro di promozione della via Francigena da parte degli uffici regionali del Lazio, che va dall’ideazione di campagne promo-pubblicitarie rivolte a diversi Paesi del mondo all’allestimento di stand dedicati all’interno delle più importanti fiere internazionali. Sarà enfatizzata l’esperienza di viaggio unica che la Francigena offre lungo un percorso che passa attraverso panorami mozzafiato, comunità locali accoglienti e città storiche. In questo ambito si iscrive anche il rilancio e potenziamento del portale www.viafrancigena.org per scoprire, programmare e organizzare il proprio viaggio anche tramite app. È prevista anche una pianificazione di comunicazione pubblicitaria attraverso aeroporti e stazioni nelle capitali del mondo e su siti web specializzati. Verranno, inoltre, organizzati press tour rivolti a giornalisti, blogger e influencer che avranno modo di raccontare il loro punto di vista sulla Francigena. «Vogliamo far conoscere al mondo questo cammino che ha prima di tutto un valore simbolico: un unico tracciato che tiene legati tra loro tanti territori, diversi dal punto di vista paesaggistico e culturale ma uniti da un unico denominatore comune, quello del rispetto della storia e delle tradizioni. Un percorso su cui intendiamo puntare proprio in vista dell’Anno Santo, durante il quale si prevede l’arrivo di oltre 30 milioni di pellegrini. Si tratta di un’alternativa al turismo mordi e fuggi, che favorisce la destagionalizzazione e porta il visitatore a trattenersi più a lungo, vivendo i luoghi in maniera più sostenibile», ha concluso l’assessore Elena Palazzo.