Aveva tentato un omicidio nel 2011, i Carabinieri lo rintracciano in Islanda: arrestato

146

I Carabinieri di Tor Bella Monaca hanno arrestato un 43enne nigeriano in esecuzione di un mandato di arresto europeo, a seguito di un’ordinanza di custodia in carcere emesso dalla Corte di Appello di Roma per il reato di tentato omicidio commesso a Roma il 3 aprile 2011. Quella mattina, i Carabinieri intervennero in via Angelo Marabini per la segnalazione, giunta al 112, di una violenta aggressione da parte di una decina di cittadini stranieri, armati di macete, bastoni, catene e cocci di vetro, ai danni di un uomo.

Sul posto fu trovata la vittima, identificata in un cittadino nigeriano senza fissa dimora, all’epoca 24enne, riversa a terra con numerose ferite che fu immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale “Policlinico Tor Vergata” dove fu sottoposto ad un intervento chirurgico e ricoverato con prognosi riservata per un trauma cranico, un’emorragia cerebrale e fratture multiple su tutto il corpo.

I Carabinieri della Compagnia di Frascati, a seguito di una serrata indagine, riuscirono a risalire alle autovetture utilizzate per la fuga dagli aggressori che furono immediatamente identificati e raggiunti presso l’abitazione dove dimoravano, in via Regalbuto zona Borghesiana. Nonostante la resistenza opposta dal gruppo, i Carabinieri arrestarono 11 cittadini nigeriani e sequestrarono due bastoni, una mazza da baseball, una catena, un coltello, un fodero in tela per macete, e parti di bottiglie rotte.

L’aggressione scaturì verosimilmente per la conflittualità tra vari gruppi di cittadini nigeriani per la ripartizione del territorio per lo svolgimento di attività illecite.

Il 43enne, dopo un periodo di detenzione, fu scarcerato per scadenza dei termini di custodia cautelare e si rese irreperibile.

Le ininterrotte ricerche dei Carabinieri della Compagnia di Frascati, tramite il servizio di cooperazione internazionale di Polizia, ha permesso di rintracciare l’uomo in Islanda dove è stato preso in carico dalle Autorità locali e estradato.

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, unitamente alla Polizia di Frontiera, hanno arrestato il 43enne presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino, e lo hanno associato nel carcere di Civitavecchia, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.