Cabin Art, sono 64 i giovani candidati che vogliono colorare Roma

54
Listen to this article

E’ scaduto il 24 novembre il bando Cabin Art rivolto ai giovani tra i 18 e 35 anni per presentare proposte di interventi di arte figurativa, installazioni artistiche e street art per decorare la superfice esterna di 6 cabine dismesse del Corpo di Polizia locale di Roma Capitale.

Ai 6 giovani artisti, italiani e stranieri, che saranno selezionati sarà affidata l’ideazione e la realizzazione delle opere d’arte che andranno ad abbellire le cabine in disuso situate in piazza Vittorio Emanuele II (Municipio I), via Vico Jugario/via Petroselli (Municipio I), via Casilina/via di Tor Pignattara (MunicipioV), piazzale Labicano (Municipio VII), circonvallazione Gianicolense/via Ottavio Gasparri (Municipio XII), piazza di Villa Carpegna (Municipio XIII).

Il bando ha tra gli obiettivi quello di contribuire a riqualificare in chiave culturale e sociale, i luoghi e i beni della città; valorizzare la relazione con il territorio in cui sono situate nel rispetto del patrimonio culturale, storico e artistico; esprimere integrazione e rispetto delle differenze; potenziare tematiche legate all’ambiente, natura, sostenibilità.

Ad ogni artista selezionato verrà corrisposto un compenso messo a diposizione dal Gabinetto del Sindaco – Ufficio di Scopo Politiche Giovanili per l’ideazione e la realizzazione in sicurezza dell’opera, compresi i materiali occorrenti.

“Grande soddisfazione per il successo riscosso da Cabin Art”, dichiara il delegato del Sindaco Gualtieri alle politiche giovanili, Lorenzo Marinone – sono arrivate 64 domande (più quattro accettate con riserva). E’ un riscontro importante, perché dimostra l’interesse dei giovani artisti nei confronti di un’azione di recupero e riqualificazione urbana innovativa. Nei prossimi giorni si costituirà la commissione per la valutazione dei progetti”.