Capodanno a Roma, Virginia Raggi vieta i botti

278

È stata firmata ieri dalla sindaca Virginia Raggi l’ordinanza che vieta i botti di Capodanno. Il divieto entrerà in vigore dalla mezzanotte di questa sera e resterà valido fino alla mezzanotte del 6 gennaio. Sul tutto il territorio di Roma quindi non sarà permesso alcun tipo di materiale esplodente, sono vietati i fuochi d’artificio,i petardi, i botti e i razzi. Sono consentiti invece i bengala, le fontane per torte, le bacchette scintillanti, le trottole e le girandole luminose. Per chi dovesse contravvenite all’ordinanza sono previsti il sequestro del materiale e una multa fino a 500 euro.

Garantire la sicurezza dei cittadini rappresenta la priorità, tanto più in un momento già critico per i nostri ospedali, che stanno fronteggiando un’emergenza sanitaria” – ha spiegato  Virginia Raggi  -“Botti ed esplosioni rappresentano un rischio per i cittadini, per adulti e soprattutto per i minori. Inoltre persiste il rischio che i fuochi d’artificio provochino incendi e roghi, oltre che danni al nostro patrimonio artistico. Non da ultimo, le esplosioni hanno ripercussioni negative sugli animali. L’augurio per tutti è di festeggiare il nuovo anno con serenità e con uno spirito di fiducia nel futuro”

I fuochi d’artificio, oltre ad essere un rischio per le persone e gli animali, hanno anche un impatto sull’ambiente per le emissioni di agenti inquinanti e sono in contrasto con i provvedimenti adottati da Roma Capitale per la riduzione delle polveri sottili PM10 e biossido di azoto.