Agopuntura – Prima parte

20254

La medicina Cinese (MTC), prima fra tutte, ha anticipato i concetti scientifici di omeostasi (equilibrio dinamico e immutabile) e di bioritmi o ritmi biologici, pertanto lo scopo dell’uso degli aghi in terapia è quello di ripristinare l’equilibrio energetico dell’organismo che con la malattia è stato perduto

ENERGIA VITALE: Yin e Yang

La base dell’antica teoria è il concetto di “Energia Vitale” (CH’i, spirito) fornita ad ogni essere vivente dai genitori ed assunta ogni giorno con la respirazione e l’alimentazione. Questa energia è costituita da due forze uguali e complementari in equilibrio tra loro: lo Yin, principio femminile, e lo Yang, principio maschile.
Yin è forza che produce espansione, mentre Yang è quella che produce coesione.
Uno dei significati originali di Yin era “lato ombreggiato “umido della collina pertanto il suo complementare Yang è il “ lato soleggiato” del colle.
Vediamo di tradurre in termini comuni tutti questi concetti apparentemente sganciati dalla medicina, ma intimamente connessi ad essa: una colica addominale, ad esempio, causata dall’ingestione di bevande fredde è caratterizzata da una serie di sintomi facilmente identificabili: il soggetto è pallido, con violenti dolori all’intestino, malessere generale, scariche diarroiche molli o semiliquide.
Questo quadro, per la medicina energetica, è facilmente inquadrabile in un eccesso di Yin. Il soggetto prima della bevanda fredda si trovava in equilibrio, in quanto il suo Yin ed il suo Yang bene equilibrati e intersecati producevano lo stato di salute:
L’ingestione di alimento freddo(Yin), lo stato Yin del nostro malcapitato soggetto è diventato predominante rispetto al suo Yang.
Questo eccesso di energia (squilibrio) crea pallore, sudorazione fredda (Yin) e malessere generale (sempre Yin); Questo scompenso, finisce con la scarica diarroica, preceduta da crampi (tipica energia Yang) e con l’ausilio di bevande calde, il malato si sente meglio e dopo qualche ora di nuovo riequilibrato.
Tutte le malattie possono essere contro il dominio di queste due forze a seconda che i loro sintomi siano in difetto oppure in eccesso di energia.

Le malattie Yang sono:
Ipersimpaticotonia , le congestioni attive , le iperfunzioni organiche , le contratture ed i crampi muscolari , le paralisi spastiche di natura centrale.

Le malattie Yin sono:
Vagotonica , l’astenia , le insufficienze funzionali , la freddolositá , le congestioni passive , le stasi , le anemie , la sonnolenza , le paralisi flaccide di natura periferica eccetera. Per essere sani occorre l’equilibrio Yin e Yang.
Se l’equilibrio manca e l’uno predomina nettamente sull’altro nasce la disfunzione e la malattia per eccesso per difetto.

Logicamente ognuna di queste alterazioni o di questi equilibri, può essere generale ed interessare tutto l’organismo o locale. Base fondamentale è che l’energia comunque sia in quantità sufficiente, in caso contrario l’agopuntura non potrà avere efficacia e si dovrà ricorrere ad altre cure per ridare quel tanto di energia vitale sufficiente ad intraprendere la terapia degli aghi (agopuntura).
Scopo della terapia orientale e quello di ripristinare l’equilibrio energetico che con la malattia è stato perduto. L’energia pervade il corpo umano con una circolazione che inizia dal fegato, centro principale della vita, per passare poi, attraverso i meridiani o canali, agli altri organi e funzioni principali: circola iniziando dal fegato, passa ai polmoni, al grosso intestino, allo stomaco, alla milza pancreas, al cuore, all’intestino tenue, alla vescica urinaria , ai reni, ai vasi sanguigni, al “triplice riscaldatore”( traduzione letteraria dal cinese), alla vescica biliare e di qui di nuovo al fegato.