Una gita a… Gorga

419

Gorga è un piccolo comune della provincia di Roma, a 86 KM dalla capitale. Arroccata nei Monti Lepini, sulla sommità del monte Volpinara, a circa 766 metri sul livello del mare, domina tutta la valle dove scorre il fiume Sacco.

Gorga ha radici millenarie e ancora oggi conserva le caratteristiche del borgo medievale dalla tipica struttura “a fuso”, le cui origini risalgono all’XI secolo, come documentato in una bolla di Papa Urbano II nell’anno 1088. Tuttavia, sono state rinvenute tracce di insediamenti risalenti all’epoca preistorica ed all’Età del Bronzo.

Gorga offre svariate bellezze architettoniche il cui esempio più importante è la fontana monumentale chiamata “La pastorella”, realizzata nel 1889 dallo scultore ciociaro Ernesto Biondi, in occasione della costruzione dell’acquedotto. Situata nella piazza centrale, la struttura della fontana richiama le grotte e gli anfratti tipici del paesaggio gorgano e alla sua sommità si erige una piccola ma bellissima pastorella con i tradizionali abiti ciociari.

Inoltre, sono presenti numerosi resti di antiche ville romane nate soprattutto alle pendici dei Monti Lepini: tra le più celebri troviamo quella di Villamagna, in quanto è stata residenza di caccia di Pompeo Magno e dell’imperatore Marco Aurelio.

Gorga è sede anche di un Osservatorio Astronomico, dove oltre all’attività ordinaria vengono organizzate conferenze, serate pubbliche, corsi, seminari e laboratori aperti ad appassionati e curiosi della materia.

Da non dimenticare i gustosi prodotti del territorio della provincia di Roma da scoprire nella sezione enogastronomia. (Fonte visitlazio.com)