Tranvia Subaugusta-Ponte Mammolo

20232

Nella seduta della commissione capitolina sulla Mobilita’ del 27 luglio, il Presidente Enrico Stefano insieme all’assessore Pietro Calabrese hanno illustrato il progetto della tramvia Togliatti . Il tratto centrale, lungo otto chilometri, prevede 19 fermate intermedie e mette in comunicazione Ponte Mammolo con Cinecittà. Finanziato dal MIT con euro 184.000.000, ha la capacità di accogliere 220-240 passeggeri e la possibilità di trasportare fino a 10.000 passeggeri al giorno. I tram (anch’essi finanziati dal MIT) viaggerrano ogni 5 minuti nelle ore di punta e saranno dotati di un sistema di alimentazione con pantografo e batterie/supercapacitori per le tratte dove non verrà inserita la rete aerea (Acquedotto Alessandrino). “L’infrastruttura è strategica per tutto il quadrante Est”,- ha ricordato il Consigliere Stefano – “in quanto consentirà di scambiare con le metro A, B e C. È previsto tuttavia, un collegamento più ampio che va da Saxa Rubra (nord Roma) fino a servire San Paolo (sud Roma) “.Peraltro a Ponte Mammolo potrà interconnettersi con il progetto di percorso ciclo Pedonale – spiega Paolo Cartasso Presidente dell’Associazione Case Rosse- “In realtà il progetto di una pista ciclabile che da Ponte Mammolo arriva a Villa Adriana è sostenuto sia dal Comune di Guidonia che di Tivoli, e rilancia il valore archeologico di questo territorio, perciò lo snodo a Ponte Mammolo diventa interessante anche per ile cittadine dell’hinterland romano”. Non resta quindi, che attendere l’inizio lavori previsto nel 2022 e l’inaugurazione che durante il corso della commissione si è appresso avverrà prima del Giubileo del 2025.